“Partecipare, Infinito, Presente”

In occasione dell’anniversario della ratifica da parte dell’Italia della Convenzione Internazionale delle Nazioni Unite sui Diritti del Fanciullo, le organizzazioni L’Albero della Vita, UNICEF, Centro Alfredo Rampi Onlus e VIS Volontariato per lo Sviluppo, membri del coordinamento nazionale PIDIDA hanno dedicato uno spazio ai giovani per dar loro l’opportunità di confrontarsi su come si diventa cittadini attivi e responsabili, portatori di interessi e difensori dei diritti umani.

L’iniziativa rientra nel progetto “Partecipare, infinito presente”: una rete di azioni a livello nazionale e regionale che si realizzano  in diverse fasi, in collaborazione tra le associazioni del PIDIDA in base alla presenza delle stesse sul territorio regionale. Il progetto prevede un appuntamento nazionale annuale dedicato alla partecipazione dei ragazzi come momento di confronto di un percorso che consenta di rendere buone prassi i contributi raccolti a livello locale e regionale dalle singole esperienze di partecipazione.

L’evento si è tenuto venerdì 30 maggio dalle 10.00 alle 15.30 presso l’aula magna dell’ “IIS Via Salvini”, in via T. Salvini 24.

Promuovendo l’art. 12 della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia, ai giovani presenti è stato chiesto di riflettere su cosa significa per loro “Investire nell’infanzia e nell’adolescenzacon l’obiettivo, al termine dell’esperienza,  di confrontarsi con uno speciale l’interlocutore il Dott. Francesco Alvaro, Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Lazio.

Gli studenti coinvolti, bambini e adolescenti, sono stati i protagonisti di un processo di educazione peer to peer, dove le studentesse del Liceo Classico F. Vivona, già impegnate da tempo nel percorso di partecipazione attiva,  hanno  guidato e stimolato la riflessione dei partecipanti in generale sul concetto di “partecipazione” e nello specifico su  “cosa significa investire nell’infanzia”.

I partecipanti divisi in due gruppi, relativamente alle loro competenze e maturità, hanno affrontato la tematica ed elaborato un prodotto finale, una sintesi nata dalle proprie esperienze vissute in classe (grazie al loro coinvolgimento in percorsi educativi durante l’anno) e le riflessioni nate dal confronto sul momento. La sintesi è stata poi esposta al Garante Regionale aperto all’ascolto e al dialogo con gli studenti.

All’evento hanno partecipato: la delegazione dell’IIS Via Salvini (M: Azzarita e A. Genovesi),   la delegazione del Liceo Ginnasio Statale F. Vivona e la delegazione dell’IC Val Maggia  (Scuola Primaria A. Magnani) accompagnata da due maestre a un gruppo di genitori.

Il Garante regionale F. Alvaro ha interloquito con i partecipanti, grandi e piccoli, rilanciando l’importanza di fare qualcosa insieme, nell’ottica di una partecipazione condivisa da grandi e piccoli.

 

Articoli correlati:

This entry was posted in Progetto. Bookmark the permalink.